I NUOVI TIGROTTI. RICCARDO PASI
03/08/2016


FIUMALBO (Modena) - Si parla spesso di vivai poco valorizzati, da quello del Bologna esce qualche anno fa un certo Riccardo Pasi, classe 1990, considerata una delle promesse più interessanti.
Riccardo Pasi è un giocatore versatile, tecnico e molto forte sia nel dribbling sia nei calci da fermo, ha anche una dote che raramente si può vedere sui campi di serie D, quella di saper calciare in egualmisura sia di destro che di sinistro.
Portato a sgambare nel ruolo di esterno d'attacco destro o sinistro, Riccardo Pasi ha anche un bel passo e un fisico energico.
Dopo una settimana nel team biancorosso, lo staff tecnico nutre piena fiducia nell'attaccante bolognese e nella prima uscita, mister Bagatti non esita a schierarlo nell'undici di partenza nel ruolo di esterno sinistro.

L'inizio da calciatore per Pasi è tutto di marca rossoblu felsinea, poi avvia la sua carriera  con due presenze in B con la maglia del Modena. Nel 2012 due presenze in A con il Bologna prima di espatriare in Svizzera per una breve esperienza nel Chiasso dove colleziona 15 gettoni presenza marcando anche una rete. Rientra in Italia per due stagioni in Lega Pro con Sud Tirol e Santarcangelo (45 presenze, 10 gol). Nella stagione 2014-2015, dopo la prima parte di stagione ancora con la maglia rossoblu delle due torri, si accasa alla Cremonese. Nelle fila dei grigio-rossi, allenato da Marco Giampaolo, scrive nel suo curriculum 11 presenze ed un gol. A Gennaio della stagione scorsa va a Imola dove con le sue 10 presenze, diventa determinante per l'ottimo girone di ritorno della squadra di mister Pagliuca che contende alla Correggese, fino all'ultima giornata, la qualificazione ai playoff.

In ritiro a Fiumalbo, Riccardo Pasi si concede all'intervista di Correggese Channel

Dopo l'esordio in serie A e tanta serie B e C, l'anno scorso ecco l'esperienza in Serie D con l'Imolese. A Luglio poi decide di rimanere nei dilettanti accettando l'offerta della Correggese. Cosa l'ha convinto a rimanere tra i dilettanti ed accettare il progetto di patron Lazzaretti?
Conoscevo l'ambiente e mister Bagatti, ho creduto sia per me una ghiotta opportunità per un rilancio. Società serie dove si può lavorare bene non ce ne sono molte, preferisco una serie D in una squadra bene organizzata che vuole un campionato da protagonista, piuttosto che una Legapro in una squadra che magari ambisce al tredicesimo posto.

Ripercorriamo un attimo la sua carriera. Esordio in serie A, serie B con Bologna, campionato all'estero nel Chiasso e serie C nella Cremonese. Quali ricordi si porta di tutte queste esperienze?
Mi porto dietro tanti preziosi consigli di allenatori di un certo valore e il ricordo di ambienti particolari che mi hanno fatto crescere. A vent'anni giochi sempre per il gusto di giocare senza pressioni e di ogni esperienza mi porto un bellissimo ricordo.

Cosa è significato per lei l'esordio in serie A?
E' stato l'anno per me più bello. Purtroppo avevo la testa ancora troppo giovane e forse questo ha penalizzato parte della mia carriera. Ora che penso di aver raggiunto la giusta maturità, mi manca la categoria che ho vissuto forse troppo presto.

A Imola cosa è mancato per entrare nelle prime cinque?. Le due volte che la Correggese ha giocato con i rossoblu sono state due partite molto difficili e l'organico poteva ambire davvero in alto.
Se posso parlare a ruota libera penso che l'allenatore ci ha penalizzato molto. Non è riuscito a tirar fuori da noi il massimo del nostro potenziale

Adesso però alla Correggese arriva con uno spirito rinnovato?
Ho voglia di fare, di mettermi nuovamente in discussione e cercare più reti possibili. Sono parte di una squadra giovane, ma anche composta di "vecchi" che sono molto validi, penso che riusciremo a fare un bel campionato.

Come vede la squadra dopo i primi dieci giorni di ritiro?
Siamo carichi di lavoro ma domenica scorsa si sono cominciati avedere i primi frutti, ma non mi riferisco alla goleada del pomeriggio, focalizzo il discorso proprio sull'intensità e sull'intesa del gruppo. Siamo in crescendo e giorno dopo giorno miglioriamo sempre di più.

Ci parli un po' di lei fuori dal campo?
Sono fidanzato da sette mesi con Alice, una ragazza di Ferrara. Ho la passione per i motori e seguo un po' tutti gli sport in generale, uno su tutti il basket dell'NBA.

Anche lei alle prese con il "Pokemon Go"? Sembra ormai sia diventata la moda del momento.

Divido la stanza in ritiro con Bovi e Landi (ride n.d.r.), ho dovuto scaricare l'applicazione altrimenti non avevo pace. Poi ogni tanto le incursioni in camera di Berni sull'argomento, mi consentono bei momenti divertenti.


 


La news č stata vista 2586 volte

Notizia precedente:
I NUOVI TIGROTTI. MATTEO SERROTTI
Notizia successiva:
MERCOLEDI' 10 AGOSTO: CORREGGESE-REGGIANA
 
CORREGGESE – MEZZOLARA RINVIATA AL 4 NOVEM
CORREGGIO, 23 ottobre 2020. Preso atto delle disposizioni dell’Asl competente della quarantena della Correggese, è stato disposto che la sfida Correggese – Mezzolara, gara valida per la 4^ giornata d...
RINVIATO IL DERBY DELLA JUNIORES NAZIONALE
CORREGGIO, 23 ottobre 2020. Nella giornata di oggi il Dipartimento Interregionale in seguito a una richiesta inoltrata dalla Correggese, dopo aver preso atto della documentazione allegata proveniente Servizio Sanitario...
RINVIATO IL DERBY BAGNOLESE - CORREGGESE
CORREGGIO, 22 ottobre 2020. Nella serata di ieri il Dipartimento Interregionale in seguito a una richiesta inoltrata dalla Correggese, dopo aver preso atto della documentazione allegata proveniente Servizio Sanitario Reg...
L’ESITO DEL TAMPONE DEL MEMBRO DEL GRUPPO
Nella giornata di venerdì 16 ottobre un membro del gruppo squadra della Correggese che si trovava già in isolamento volontario è stato sottoposto a un primo tampone anti Covid-19, evento questo che a...
Altre news - Settore giovanile
   
Main Sponsor
S.S.D. CORREGGESE CALCIO 1948 arl: Via Fazzano, 4 - 42015 Correggio RE - TEL 0522.692265 - FAX 0522 642286 - P.Iva 01397880350
STADIO Comunale "Nuovo Stadio Walter Borelli" Via Fazzano, 4 - 42015 Correggio RE correggese@correggese.it
Sito internet by www.globe.st