I NUOVI TIGROTTI. MATTEO SERROTTI
02/08/2016


FIUMALBO (Reggio Emilia) - Patron Claudio Lazzaretti fa sul serio. Dopo la prima parte dell'estate passata al lavoro per garantire ai tifosi una Correggese d'alta classifica, domenica riesce a strappare il "si" a Matteo Serrotti, oggi fiore all'occhiello di questa nuova Correggese dai sogni ambiziosi.
Matteo Serrotti, centrocampista classe 1986 già protagonista sotto la guida mister Massimo Bagatti di un ottimo campionato con la maglia della Virtus Pavullese in Serie D con 32 partite giocate e 10 gol all'attivo, approda l'anno successivo in LegaPro al Prato. Nella calda estate del mancato ripescaggio della Correggese in LegaPro, Serrotti si allena con il gruppo e viene tesserato per la storica gara di Coppa Italia Tim a Benevento dove dimostra tutto il proprio valore. Poco prima del campionato però, il centrocampista cede alle lusignhe del Tuttocuoio che gli offre un nuovo campionato tra i professionisti e, naufragata la possibilità del salto tra i professionisti come "tigrotto", tra lui ed il Presidente Lazzaretti avviene una separazione consensuale lasciandosi con una stretta di mano. Nella scorsa stagione Serrotti torna a vestire la maglia del Prato ma, sebbene nessuno metta in discussione il suo valore, l'anno risulta il più difficile della sua carriera con una squadra che riesce a mantenere la categoria solo con la vittoria nella coda playout. Tra le squadre più rinomate Serrotti ha militato nel Perugia ai tempi della Serie D, vincendo il campionato e la Coppa Italia.

Subito dopo la firma del tesseramento avvenuta pochi istanti prima della sgambata dei biancorossi domenica a Pievepelago, Correggese Channel ha chiacchierato con Matteo Serrotti sulla sua carriera e sulle sue aspettative.

Innazitutto bentornato. Con quali stimoli approda alla Correggese?
Torno con tanta motivazione e per fare bene. Dopo qualche giorno come "aggregato" ho visto una squadra giovane ma ricca di talento. Sono consapevole che ci sarà molto da lavorare.

Con mister Bagatti lei ha un rapporto consolidato. Quanto ha inciso il suo ritorno in biancorosso con quello dell'allenatore?
Moltissimo. Mister Bagatti ha una metodologia di lavoro e un modo di vedere il calcio che a me piace tanto. Sono sempre stimolato quando devo affrontare nuove esperienze, sicuramente con lui lo sono ancora di più.

Dopo quella famosa estate che la Correggese ha camminato sul confine tra Dilettanti e Professionisti, lei ha avuto due esperienze non troppo esaltanti in toscana con Tuttocuoio e Prato. Cosa e successo?
Che dire... la colpa è stata mia, purtroppo capitano anche momenti di difficoltà che non sempre dipendono dal calcio. Mi sono dovuto fermare tre mesi quando ero a San Miniato (dove gioca la Tuttocuoio n.d.r.) per alcuni risentimenti: non ho fatto il mio miglior campionato ma non ritengo quella una stagione da buttare.

A Prato invece?
Una stagione da cancellare alla svelta dai miei ricordi perchè non ho espresso in pieno quello che so esprimere, lo riconosco e se sono qui è perchè so che a Correggio posso voltare pagina.

Dopo la prima seettimana con i suoi nuovi compagni, che impressione ne ha tratto da questa Correggese?
Squadra giovane e ricca di qualità e talento, le potenzialità per fare un campionato di altissima classifica ci sono. Poi il resto lo dobbiamo mettere noi perchè tra il "fare bene" e il "fare meno bene", la linea è talmente sottile che ci costringerà a mettere sempre tanta intensità nel lavoro.

In campo dove si sente di riuscire a dare il meglio di lei?
Normalmente ero impiegato nel ruolo di mezzala, però in carriera i ruoli del centrocampo li ho fatti praticamente tutti, poi ho sempre creduto che l'allenatore che ti vede tutti i giorni riesce a capire quale sia la posizione più adatta, soprattutto per le caratteristiche dei miei compagni di reparto.

Com'è invece Matteo Serrotti nella vita privata?
Negli ultimi anni mi sono dedicato tantissimo al calcio, con gli infortuni con i quali ho dovuto fare i conti, per ritornare in forma avevo ben poco tempo da dedicare ad altro. Ora quest'anno che sto bene, mi voglio dedicare ancora di più al calcio per dimostrare che la stagione passata è stato solo un incidente di percorso e dare tutto me stesso per la Correggese.


La news č stata vista 1471 volte

Notizia precedente:
VIDEO| CORREGGESE, LE IMMAGINI DELLA PRIMA PARTITA
Notizia successiva:
I NUOVI TIGROTTI. RICCARDO PASI
 
L’ESITO DEL TAMPONE DEL MEMBRO DEL GRUPPO
Nella giornata di venerdì 16 ottobre un membro del gruppo squadra della Correggese che si trovava già in isolamento volontario è stato sottoposto a un primo tampone anti Covid-19, evento questo che a...
LA JUNIORES CONQUISTA I TRE PUNTI IN TRASF
CORREGGIO, 18 ottobre 2020. La formazione Juniores Nazionale della Correggese centra la prima vittoria in campionato. I ragazzi di mister Nicolini, dopo il pareggio all’esordio contro il Crema si prendono i primi t...
RINVIATA LA PARTITA CORREGGESE – MEZZOLARA
CORREGGIO, 17 ottobre 2020. Nella mattinata di oggi il Dipartimento Interregionale in seguito a una richiesta inoltrata dalla Correggese, dopo aver preso atto della documentazione allegata proveniente da strutture pubbli...
JUNIORES NAZIONALE: IL PROGRAMMA DEL WEEKE
CORREGGIO, 16 ottobre 2020. La formazione della Juniores Nazionale torna in campo dopo l’esordio in campionato della settimana scorsa contro il Crema. La formazione di mister Nicolini sarà di scena nella gio...
Altre news - Settore giovanile
   
Main Sponsor
S.S.D. CORREGGESE CALCIO 1948 arl: Via Fazzano, 4 - 42015 Correggio RE - TEL 0522.692265 - FAX 0522 642286 - P.Iva 01397880350
STADIO Comunale "Nuovo Stadio Walter Borelli" Via Fazzano, 4 - 42015 Correggio RE correggese@correggese.it
Sito internet by www.globe.st