BAGATTI: RIPARTO DA QUÌ E CON TANTI STIMOLI
06/07/2016


CORREGGIO (Reggio Emilia) - Dopo qualche settimana di fibrillante attesa, è arrivata la sospirata "fumata bianca" che ha sancito il ritorno sulla panchina della Correggese di Massimo Bagatti.  La notiia era nell'aria da qualche tempo, ma solo nella mattinata di martedì 5 Luglio, il Presidente Claudio Lazzaretti e Massimo Bagatti si sono stretti la mano ed è cominciata l'era "Bagatti 2.0".
Dopo due campionati esaltanti sotto la sua guida, la stagione appena conclusa ha visto il tecnico sulla panchina del Delta Rovigo affrontare una stagione anonima e conclusa dopo appena otto giornate, di contro la Correggese ha potuto raddrizzare in corsa una stagione che fino a Natale era da considerarsi fallimentare per i progetti stilati a Settembre.

Mister Bagatti è esaltato per questa nuova opportunità che Correggio gli offre, sempre attaccato ai colori biancorossi, il tecnico modenese scalpita per continuare quel percorso interrotto un anno fa. Siamo andati a sentire le sue impressioni e le sue prime parole da allenatore della nuova Correggese.

Bentornato mister Bagatti. Com'è nato questo nuovo ritorno sulla panchina della Correggese?
Con il Presidente il rapporto non si è mai interrotto ed è sempre stato di grande stima reciproca. Da parte di entrambi è nata questa voglia di fare meglio di quelle due annate strepitose. Una sfida per entrambi per provare a fare ancora meglio consapevoli delle difficoltà.

L'anno scorso a Rovigo cosa è andato storto?
In realtà non sono stato esonerato dal Delta Rovigo, secondo me non c'erano le condizioni per lavorare al meglio e da qui una decisione di comune accordo per chiudere la nostra collaborazione. Non c'erano le condizioni per lavorare bene e alla fine i fatti mi hanno dato ragione perchè guardando la classifica finale, le ambizioni del Delta Rovigo erano ben altre.

Insomma, mi dice quindi che nel calcio ci vogliono altre cose oltre che ai soldi?
Esattamente questo.

Qualcuno sui nostri social dice che lei tornando a Correggio avrà molto da rimetterci e poco da guadagnarci. Cosa le risponde?
Un allenatore quando arriva in un ambiente dove può lavorare bene ha solo da guadagnarci.

L'abbiamo vista spesso a Correggio per vedere le partite, la squadra che è stata di mister Benuzzi quindi la conosce bene. Pensa di portare qualcosa di questa Correggese nel suo nuovo progetto?
Diciamo innanzitutto che nella Correggese di quest'anno facevano parte alcuni elementi che ho avuto la fortuna di allenare, giocatori che prima di essere grandi atleti sono grandi persone dal punto di vista umano che è l'aspetto più importante nel calcio. Quindi penso che ripartirò da questi ragazzi, poi insieme al Presidente e al Direttore cercheremo di creare una rosa competitiva che ci consenta di fare un campionato di vertice e prenderci sul campo quello che ci è stato tolto dai "palazzi".

Oltre a questo bisognerà fare i conti con quote giovani, quest'anno sarà obligatorio schierare sempre in campo un giocatore nato nel '98, due nati nel '97 ed uno del '96. Dal bacino del settore giovanile, ha già individuato elementi che potrebbero far comodo alla sua Correggese?
Mi è stato già detto che saranno aggregati in ritiro dei ragazzi che io già conosco bene perchè quando sono stato a Correggio loro erano Allievi; li ho seguiti bene perchè di quel gruppo faceva parte anche mio figlio Niccolò. Tra i ragazzi che verranno aggregati alla prima squadra ci sarà un elemento che ho già fatto esordire in prima squadra già due anni fa. Sappiamo che in Serie D i giovani sono davvero molto importanti perchè possono fare la differenza.

Quanto è importante per lei "indovinare" i giovani da inserire in prima squadra?

Direi che è la cosa fondamentale. Di "vecchi" bravi se ne trovano tanti, i giovani devi farli crescere a spesso ti accorgi delle loro capacità e del loro talento solamente in corsa. Ci vuole fortuna e bravura da parte nostra per individuare gli elementi giusti.

Dopo un campionato contro la Lucchese, poi contro il Rimini e l'anno scorso con un Parma ammazza-campionato nel nostro girone, pensa che questo possa essere l'anno buono per evitare delle blasonate che rendano ancora più difficile il cammino della Correggese verso la Lega-Pro?

Nelle due stagioni che sono stato sulla panchina della Correggese, avevamo il primo anno Lucchese e Massese e l'anno dopo Piacenza e Rimini, ma abbiamo sempre dimostrato di poterle battere o comunque di giocarcela sempre alla pari. Non non temiamo nesssuno, chiaro però che quando arrivano squadre di grandi piazze oltre alla tecnica bisogna mettere in funzione anche il cervello.

Graziano Araldi preparatore atletico e Rosario Vitolo allenatore dei portieri, due collaboratori che troverà quest'anno. Ci dice qualcosa su di loro?
Io personalmente con loro non ho mai lavorato. Araldi lo conoscete già ed avrete avuto certamente modo di vedere la sua abilità nello svolgere le sue manioni; Vitolo è una persona nuova per tutti, ma chi mi ha parlato di lui mi ha detto solo cose positive.

Un ritorno per lei con tanti stimoli, fare meglio delle sue due precedenti annate che sono state più sfortunate che altro.
Sì gli stimoli sono tanti. Più di quello che abbiamo fatto (due secondi posti in campionato, una vittoria ai playoff nazionali ed un secondo posto in Coppa Italia n.d.r.) sarà difficile, ma a me piaccione le grandi sfide.
 


La news è stata vista 2063 volte

Notizia precedente:
UFFICIALE: BAGATTI NUOVO ALLENATORE DELLA CORREGGESE
Notizia successiva:
CAMPAGNA ABBONAMENTI CORREGGESE, LE ANTICIPAZIONI
 
RINVIATA LA SFIDA CASALINGA CON IL PRATO
CORREGGIO, 29 ottobre 2020. Il Dipartimento Interregionale in seguito a una richiesta inoltrata dalla Correggese, dopo aver preso atto della documentazione allegata proveniente Servizio Sanitario Regionale Emilia Romagna...
SOSPESO IL CAMPIONATO JUNIORES NAZIONALE
CORREGGIO, 29 ottobre 2020. Il Presidente della Lega Nazionale Dilettanti, d’intesa con il Consiglio del Dipartimento Interregionale, tenuto conto della sospensione di tutte le attività giovanili nell’...
CORREGGESE – MEZZOLARA RINVIATA AL 4 NOVEM
CORREGGIO, 23 ottobre 2020. Preso atto delle disposizioni dell’Asl competente della quarantena della Correggese, è stato disposto che la sfida Correggese – Mezzolara, gara valida per la 4^ giornata d...
RINVIATO IL DERBY DELLA JUNIORES NAZIONALE
CORREGGIO, 23 ottobre 2020. Nella giornata di oggi il Dipartimento Interregionale in seguito a una richiesta inoltrata dalla Correggese, dopo aver preso atto della documentazione allegata proveniente Servizio Sanitario...
Altre news - Settore giovanile
   
Main Sponsor
S.S.D. CORREGGESE CALCIO 1948 arl: Via Fazzano, 4 - 42015 Correggio RE - TEL 0522.692265 - FAX 0522 642286 - P.Iva 01397880350
STADIO Comunale "Nuovo Stadio Walter Borelli" Via Fazzano, 4 - 42015 Correggio RE correggese@correggese.it
Sito internet by www.globe.st