Contatti: correggese@correggese.it (segreteria) - media@correggese.it (uff.stampa) - biglietteria@correggese.it (accrediti)
CORREGGESE: INTERVISTA A MIRKO GARAFFONI
10/08/2015


CORREGGIO (Reggio Emilia) - Conosciamo fuori dal rettangolo di gioco i protagonisti della nuova Correggese. Oggi la chiacchierata è con Mirko Garaffoni con tutta la sua determinazione e la sua umiltà, grandi doti dei veri campioni.

Ispirato dalle performance di Franco Baresi, il neo capitano della Correggese, Garaffoni si racconta dentro e fuori dal campo. Il forte difensore centrale ha alle spalle una lunga carriera con la maglie di Impruneta, Rondinella, Grosseto, Montevarchi, Massese, Cuneo, Giulianova, L'Aquila, Borgo a Buggiano, Santarcangelo e Maceratese. Forte dei suoi quattro campionati vinti, Garaffoni mette a disposizione della Correggese le sue doti e la sua lunga esperienza di calciatore.

Mirko Garaffoni, dopo un lungo girovagare per l'Italia benvenuto a Correggio.
Grazie

Dai primi giorni in biancorosso ci sembra sia carico di entusiasmo per questa nuova stagione.
Si lo sono. L'entusiasmo deve essere sempre alla base.

Dopo oltre vent'anni di collaudata esperienza, cosa si aspetta da questa nuova avventura?
Mi aspetto il meglio, voglio mostrare che posso ancora dire la mia e che ho ancora tanta voglia di giocare a calcio

Ma lei come si sente?
Sto bene. Mi sento in forma e soprattutto onorato di essere il capitano di questa squadra che ha un importante ed ambizioso progetto.

Qual'è stato il suo primo pensiero quando le hanno proposto di venire a Correggio?

Non ho avuto un attimo di esitazione ed ho accettato. Sono davvero contento.

Quanto conta per lei la sinergia del gruppo in una squadra come la Correggese?
Tantissimo. Mi pregio della fascia di capitano ma solo in forma simbolica perchè credo che nello spogliatoio debbano esserci tanti capitani: ognuno di noi deve portare le proprie esperienze e le proprie parole a beneficio del gruppo.

C'è mai stato un momento in cui ha pensato di passare la mano ed appendere le famigerate scarpette al chiodo?

Per ora no, ho ancora tanta voglia di giocare. Arrivo da un campionato appena vinto con la Maceratese ed al centro di quella che è stata considerata la miglior difesa del campionato, ma come sappiamo, di vittorie non ci si sazia mai.

Ha giocato nelle scorsa stagione 31 partite e tutte ad alto livello, un ritmo da ragazzino nonosttante i suoi 39 anni. Sente di potersi ripetere anche a Correggio?
Come ho detto mi sento in piena forma fisica e mi metto a disposizione di mister Lazzini e della squadra. Il campo sarà il vero giudice. Per ora mi prefiggo di ripetere la passata stagione e di essere di aiuto per i giovani.

Nelle squadre in cui ha militato fin'ora, si è già fatto avanti qualcuno per proporle una scrivania?
Si ma io mi sento ancora giocatore, per allenare o fare il dirigente ci sarà tempo quando sarò un vecchio (ride n.d.r.)

A proposito di lunga e navigata esperienza in squadre di serie C e D, la mancata esperienza in serie A la considera un tassello mancante al puzzle che raffigura la sua carriera?
Penso che alla lunga un giocatore raccoglie quello che ha seminato. Sono contento di quello che ho fatto fin'ora e a volte essere protagonista in serie minori dà soddisfazioni maggiori piuttosto che un anonimo interprete di una serie A. Io mi sento a posto con la coscienza perchè ho sempre dato il massimo; con i se e con i ma non si arriva da nessuna parte.

Quest'anno in serie D ci sarà l'obbligatorietà di far giocare sempre un giocatore del '97. Cosa consiglia ai ragazzi che affrontano per la prima volta una stagione in prima squadra?

Metterci sempre tanto impegno. Il calcio negli ultimi anni il calcio è cambiato e ai giovani vengono offerte diverse possibilità perchè le regole lo impongono, ma soprattutto perchè con meno movimento di denaro le società sono più portate ad investire nei giovani, quindi se uno di loro ha le capacità e mentalmente è pronto potrebbe avere le giuste opportunità per una carriera importante.

Come vede la nuova Correggese?
Ad Agosto tutte le squadre pensano di essere forti, poi il campo darà l'esatta risposta al progetto della Correggese. Il gruppo è stato completamente rinnovato, quindi sta a noi e alla nostra bravura interpretare al meglio le positività di questo aspetto e migliorare gli aspetti negativi che potrebbero emergere. Dobbiamo conoscerci il più velocemente possibile ed amalgamarci al più presto, una squadra nuova agli ordini di un allenatore nuovo ha bisogno di tempi tecnici che noi con il nostro lavoro cercheremo di abbreviare il più possibile.

Ai tifosi brucia ancora la sconfitta nei minuti di recupero con la Lucchese ed il mancato ripescaggio in LegaPro malgrado la vittoria nei playoff e sono quindi desiderosi di riscatto. Cosa si sente di dire loro?
Capisco il malumore dei tifosi, la loro squadra arriva da due anni con dei risultati calcistici straordinari, fare meglio significherebbe vincere. Vincere però sappiamo che non è mai facile e da persona onesta e coerente quale sono mi sento di dire che noi metteremo sempre il massimo del nostro impegno. Dove possiamo arrivare lo dirà solo il campo: oggi sarebbe da persone presuntuose essere convinti che non avremo avversari.

Ha già avuto modo di visitare Correggio?
Per ora no ma riprometto di farlo al più presto. Nella prima settimana di doppie sedute di allenamento la stanchezza ha avuto il sopravvento sulla curiosità. So che è una cittadina che merita di essere vista per la particolarità della sua architettura.

Cosa vuole portare a Correggio della sua carriera?
Ho vinto quattro campionati e garantisco che è la cosa più bella che un atleta di qualsiasi sport può assaporare: il gusto della vittoria. Mi piacerebbe portare a Correggio un'altra emozione così.


La news stata vista 1784 volte

Notizia precedente:
MARTEDI' 11 CORREGGESE IN CAMPO CONTRO DRO
Notizia successiva:
IL 13 AGOSTO CORREGGESE-SAN FELICE AL BORELLI
 
ISCRIZIONE DELLA CORREGGESE AL CAMPIONATO
CORREGGIO, 16 luglio 2019. Nella giornata di quest’oggi la Co.Vi.So.D. (Commissione di Vigilanza sulle Società di Calcio Dilettantistiche) ha comunicato che “l’istruttoria relativa alla domanda d...
IL RITORNO DI BERTOZZINI
CORREGGIO 14 luglio 2019. La Correggese comunica che, tra i difensori della prossima stagione 2019/20, vi sarà anche il volto noto e, a Correggio particolarmente apprezzato, di Andrea Bertozzini. Il forte difen...
SAPORETTI ALLA CORREGGESE
CORREGGIO 13 luglio 2019. La Correggese, per il prossimo Campionato di Serie D, ha perfezionato il tesseramento del forte calciatore Simone Saporetti che andrà a rafforzare l’attacco della formazione del Pre...
GHIZZARDI E SARZI MADDIDINI ANCORA IN BIAN
CORREGGIO, 6 luglio 2019. Nella Correggese che affronterà il prossimo Campionato di Serie D ci saranno i  confermati Filippo Ghizzardi e Leonardo Sarzi Maddidini Ghizzardi, classe 1997, si è conquis...
Altre news - Settore giovanile
   
Main Sponsor

S.S.D. CORREGGESE CALCIO 1948 arl: Via Fazzano, 4 - 42015 Correggio RE - TEL 0522.692265 - FAX 0522 642286 - P.Iva 01397880350
STADIO Comunale "Nuovo Stadio Walter Borelli" Via Fazzano, 4 - 42015 Correggio RE correggese@correggese.it
Sito internet by www.globe.st